ServiziMenu principaleHome
Home > Eventi e News > Convegno Ediel 2012

Convegno Ediel 2012

RECUPERARE EFFICIENZA E VALORE NELLA FILIERA ELDOM ATTRAVERSO L’INNOVAZIONE DI PROCESSO

 

Un bilancio dei tre anni di attività di EDIEL in un confronto con gli attori del sistema Eldom e con la Pubblica Amministrazione.

Milano, 15 maggio 2012 - La crisi dei consumi e il contesto sempre più difficile in cui si muove la domanda dei beni durevoli impongono agli attori della filiera degli elettrodomestici e dell’elettronica di consumo nuove forme di collaborazione per recuperare efficienza e valore lungo la filiera (dall'industria alla distribuzione, alla logistica), risparmiando costi che non sono più sostenibili dalle aziende.

Questo il concetto base da cui muove l’incontro EFFICIENZA E VALORE. I nuovi paradigmi del mercato Eldom, promosso da Ediel, che si è tenuto oggi a Milano presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia e a cui hanno partecipato i rappresentanti di alcuni dei maggiori attori della filiera, fra cui per la distribuzione Albino Sonato - Presidente di AIRES, per l’industria Cristiano Radaelli - Presidente di ANITEC, Antonio Guerrini - Direttore Generale di CECED Italia e Maurizio Iorio - Presidente di ANDEC.

Carmelo Piancaldini, del settore analisi e strategie dell’Agenzia delle Entrate, relativamente al tema della dematerializzazione in ambito Pubblica Amministrazione ha fatto luce sull'emanazione del decreto attuativo (previsto entro il 2012) che obbligherà tutti i fornitori della pubblica amministrazione ad emettere le fatture solo in formato elettronico.

Alessandro Perego, docente del Politecnico di Milano ha presentato in anteprima i principali risultati della ricerca 2012 dell’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione che saranno presentati durante il convegno organizzato dalla School of Management di Milano il prossimo 24 maggio 2012.

È seguita una tavola rotonda sulle esperienze positive delle aziende che hanno adottato la piattaforma e che ha visto la partecipazione dei più importanti attori della distribuzione, dell’industria e della logistica del settore Eldom in Italia, moderata da Enrico Pagliarini, giornalista di Radio 24.

Hanno partecipato: per la distribuzione Pierluigi Bernasconi - Mediamarket, Mauro Bordin - Domex Expert; per l’industria Franco Secchi - Indesit, Claudio Lamperti - Panasonic Italia, Massimo Zanzo - De Longhi; per la logistica Vittorio Mascolino - DHL Supply Chain, Daniele Farinella - Bertola Central Docks, Carlo Rosa - CEVA Logistics.

Salvatore Paparelli, Presidente di EDIEL Holding, ha dichiarato in apertura dei lavori che: “Oggi non parliamo più di benefici potenziali ma reali. Abbiamo potuto constatare sul campo, nelle nostre aziende, che il risparmio della dematerializzazione è un fatto reale: ricordo che per la gestione dell’intero ciclo dell’ ordine si risparmiano, in media, fra i 60 e i 70 euro quasi equamente ripartibili tra produttore e retailer. Oggi, quindi, dobbiamo guardare avanti valutando, oltre ai benefici economici facilmente riscontrabili, l’efficienza e l’efficacia che le nostre aziende, tutte, stanno ottenendo grazie al miglioramento dei processi rendendoli più fluidi e veloci, diminuendo drasticamente le “non conformità”, ottimizzando i processi logistici che, grazie all’integrazione con gli operatori logistici, ci permette di eliminare disfunzioni nella fase di “delivery” della merce. Quella dell’ELDOM si candida a diventare la prima filiera a condividere le informazioni scambiate tra fornitore, operatore logistico e retail in un'unica piattaforma sulla quale è possibile, mantenendo le garanzie di sicurezza dei dati, gestire e monitorare disposizioni di consegna, booking automatico, notifiche, claim, reverse logistic, ecc. La piattaforma permette alla supply chain di raggiungere entro fine anno nuove performance di filiera.

Non si tratta più di valutare se questa innovazione conviene: semplicemente, va fatta.”

Stefano Biffi, Presidente di EDIEL Servizi, ha aggiunto: “Sono già più di 120 le aziende dei settori retail e industria che hanno aderito ai nostri protocolli. Nel 2011 i documenti scambiati sulla nostra piattaforma sono stati più di 1 milione. Il sistema, assolutamente flessibile, è stato pensato tanto per le microaziende a conduzione famigliare quanto per le multinazionali. Le risorse che l’adozione della piattaforma EDIEL può liberare sono un aiuto concreto all’autofinanziamento della filiera che può tradursi in benefici concreti per i clienti finali. Inoltre anche la pubblica amministrazione sta andando in questa direzione. Crediamo fermamente che il nostro lavoro sia oggi fondamentale per tutti.